“Non si vive invano ai piedi di un vulcano” Jorge Pilar vesuvionline | Il Cannocchiale blog .

vesuvionline
Notizie, aggiornamenti e liberi pensieri di vita sociale, politica e ambientale dal Parco nazionale del Vesuvio

Fine dell'  ecocidio

Facciamo sì che la distruzione ambientale

diventi un crimine.

Unisciti al movimento e fai sentire la tua voce!

Un'iniziativa dei cittadini europei ha potere giuridico,i politici non possono più ignorarci!
1 Milione di firme per il nostro futuro

"la legalità è la premessa assoluta della democrazia" 

"Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono.Poi vinci!"
Mahatma Gandhi

In uno stato democratico i cittadini hanno diritto
ad esprimere le proprie opinioni dove vogliono.
Anche su internet. 

 

 Utente: Alessandro74
Nome: FrancoM

Sono uno in mezzo ai tanti.

Uno che pensa e quindi esiste.

 Sono quello che sono, imperfetto e migliorabile.

Sono uno che sa di non sapere.
 

Adesso una Italia nuova
...YES, WE CAN...
Si può fare

 

Consulta il METEO dei Comuni vesuviani

Meteo Campania

 a cura di ilmeteo

  Versione in altra lingua

 Con un semplice click puoi accedere alla versione del sitonella lingua da te desiderata.Il servizio, avvalendosi di stumenti automatici online, è soggetto a imprecisioni di traduzione;non abbiamo quindi alcuna responsabilità sulle traduzioni.

  • english - powered by Google Translate
     
     

 

 

 

 

 foto

 

NOI CI IMPEGNIAMO

Ci impegniamo noi

e non gli altri

unicamente noi

e non gli altri,

né chi sta in alto

né chi sta in basso,

né chi crede

né chi non crede.

Ci impegniamo senza pretendere

che altri s'impegnino,

con noi o per suo conto,

come noi o in altro modo.

Ci impegniamo senza giudicare

chi non s'impegna,

senza accusare chi non s'impegna,

senza condannare chi non s'impegna,

senza disimpegnarci

perché altri non s'impegna.

Ci impegniamo perché

non potremmo non impegnarci.

 
 

Chi lotta sa di poter perdere

chi non lotta ha già perso

 

 

Solo in Campania, posto che nelle altre regioni vige il divieto assoluto, (con il decreto n. 90) sarà possibile smaltire in discarica un rifiuto normativamente considerato pericoloso in qualsiasi paese europeo.
75 Magistrati
della Procura Generale di Napoli (documento inviato al Consiglio Superiore della Magistratura nel giugno 2008)


Questo è un Urban Blog!
Boscotrecase e Area Vesuviana


 

 Firma contro i corrotti

aiutaci
 
"Signor Abate, detesto quello che scrivete, ma darei la vita per permettervi di continuare a scrivere"  
François-Marie Arouet (per gli amici e gli svizzeri Voltaire 1754) 

Dovete ritrovare il coraggio di indignarvi di fronte alla negazione dei diritti che vi competono
mons. Depalma Vescovo di Nola


"Il male non sta solo nell'atto di compiere il male, sta nel non prendere posizione contro il male"
Oriana Fallaci.

 "Chiunque, da solo, si accinge oggi a spostare le montagne dell'indifferenza, se non dell'odio e della violenza, ha un compito immane. Ma ciò che è impossibile a milioni di uomini isolati e divisi, pare diventi possibile a gente che ha fatto della fraternità universale il movente essenziale della vita.”
Chiara Lubich - Parlamento europeo, 1998

"Se vuoi la Pace custodisci il Creato

e difendi i diritti e i beni comuni di ogni uomo".

 

 « Ogni giorno di più mi convinco che lo sperpero della nostra esistenza risiede nell'amore che non abbiamo donato. L'amore che doniamo è la sola ricchezza che conserveremo per l'eternità »
Gustavo Rol

Cercate l'amico sempre nelle ore di vita, lui può colmare ogni vostro bisogno,
ma non il vostro nulla.

K. Gilbran 

lo sdegno per la realtà delle cose è il coraggio di cambiarle
Sant'Agostino

"Lasciatemi dire che è anche un po' colpa nostra se c'è qualche politico, più di un politico, che non fa il proprio dovere o, peggio ancora, fa qualcos'altro"
Francesco Fortugno

" La mafia non è affatto invincibile.
E' un fatto umano, e come tutti i fatti
umani ha avuto un inizio e avrà anche
una fine.
Piuttosto bisogna rendersi conto
che è un fenomeno
terribilmente serio,
molto grave,
e che si può vincere
non pretendendo l'eroismo
da inerti cittadini, ma impegnando
in questa battaglia tutte le forze
migliori delle istituzioni.."

Giovanni Falcone

"E' naturale avere paura,

l'importante è che sia accompagnata dal coraggio"

paolo borsellino 

Il fatto è che loro sono forti della nostra paura.

Nel momento in cui noi non abbiamo più paura ,

loro sono poca cosa.

Silvana Fucito

Il saggio sa di essere stupido,
è lo stupido invece che crede di essere saggio 
William Shakespeare


Si è sempre meridionali di qualcun'altro

 

Se i genitori hanno fallito che siano i figli ad educare i padri;

se la vecchia scuola ha mancato che siano gli alunni a formare i
docenti distratti o cinici o indifferenti;

se la politica ha mostrato il suo volto
peggiore che siano i cittadini a ricordare ai politici che sono loro ad essere al servizio della gente e non viceversa!

                                                            

                                  prof. Felicio Izzo


"La democrazia è il governo del popolo, dal popolo, per il popolo"
Abramo Lincol


La vecchiaia è come un conto in banca.
Prelevi da ciò che hai accumulato.
Date di più. Aspettatevi di meno. 


Aiuta gli altri ad aiutare se stessi.
Rita Levi-Montalcini

 

Gli uomini sbagliano e comunque, quando lo fanno, subiscono sempre le conseguenze dei loro errori. L’arte invece è sempre al di sopra di tutte le bassezze umane, infatti risorge prepotentemente da tutte le ceneri.
musicaepolitica

Quando imparermo ad osservare senza emettere giudizi, sarà un gran giorno per la nostra intelligenza.
Sale nel mondo

 "Se non diremo cose che a qualcuno spiaceranno, non diremo mai la verità"
Joseph Pulitzer (1911)


"Val sempre la pena di fare una domanda, ma non sempre di darle una risposta"
(Oscar Wilde)

"Non c'è nulla di male a essere ultimi, se lo si è con dignità"
(Zdenek Zeman)



"Non serve trovare un posto in una società ma costruire una società nella quale valga la pena di trovare un posto" 


 A combatter con il fango...
che si vinca o che si perda,
sempre ci si infanga.
 
 

«… Noi sappiamo che la Terra non appartiene …»

all’uomo, è l’uomo che appartiene alla Terra.

Questo sappiamo.

Tutte le cose sono collegate

come il sangue che unisce una famiglia.

Tutto è connesso.

Quello che accade alla Terra,

accade ai figli della Terra.

L'uomo non ha tessuto la trama della vita,

in essa non è che un filo.

Qualsiasi cosa che egli faccia alla trama…

la fa a sé stesso

Risposta del Capo Indiano Seattle

al Presidente Americano nel 1854

 

Le tue convinzioni diventano i tuoi pensieri.
I tuoi pensieri diventano le tue parole.
Le tue parole diventano le tue azioni.
Le tue azioni diventano le tue abitudini.
Le tue abitudini diventano i tuoi valori.
I tuoi valori diventano il tuo destino.
Mahatma GANDHI

Ama tutti
Ama ogni giorno
Ama per primo
Chiara Lubich


La libertà è innanzitutto un dovere,
prima che un diritto
Oriana Fallaci

"Nessuna violenza sui bambini è giustificabile, tutte le violenze sui bambini possono essere evitate. Il grado di civiltà di un Paese si misura in base all'attenzione che dedica ai suoi bambini".
Walter Veltroni


"il miglio rifiuto è quello che non è prodotto"
W. Sacks

Una stampa cinica e mercenaria
 prima o poi
creerà un pubblico ignobile.
Joseph Pulitzer

Non avere amici che non siano simili a te stesso; se sbagli, non aver paura di correggerti.Non mi dispiace di non essere conosciuto dagli uomini, mi dispiace di non conoscerli.
Confucio

La legalità non si predica, si pratica 

Sii forte, mia dolcissima, in questa prova assurda e incomprensibile.
Vorrei capire, con i miei piccoli occhi mortali, come ci si vedrà dopo. 
Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo.
 
Aldo Moro alla moglie Eleonora

La Pace prima che traguardo, è cammino, cammino in salita.
don Tonino Bello

Uno stato che attua la pena di morte
è uno stato che non insegna
che uccidere è sbagliato!
nelson mandela

"...Come vedi tutto è usuale, solo che il tempo chiude la borsa
e c'è il sospetto che sia triviale l'affanno e l'ansimo dopo una corsa,
l'ansia volgare del giorno dopo, la fine triste della partita,
il lento scorrere senza uno scopo di questa cosa che chiami vita."
il futuro appartiene a chi crede nella bellezza dei propri sogni
el Che

l`uomo saggio è colui che sa di non sapere..
filosofia Zen

"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinunzino all'azione"  Edmund Burke

"Se i tempi non richiedono la tua parte migliore... inventa altri tempi!"

"Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere,qualunque sia il sacrificio da sopportare,costi quel che costi,perche' in cio' sta l'essenza della dignita' umana"
Giovanni Falcone 

per cambiare il mondo basta anche una sola persona,
basta che non sia una persona sola
Mario Adinolfi

Molto ho imparato dai miei maestri, altro dai miei colleghi
e moltissimo dai miei allievi.
 [dal “Talmud”]
   

"Un idiota in un posto importante e' come un uomo in cima a una montagna: tutto gli sembra piccolo e lui sembra piccolo a tutti"
(Match)

"La somma dell'intelligenza sulla Terra e' costante; la popolazione e' in aumento"
(Cole)

”Noi abbiamo combattuto per quelli che c’erano,
per quelli che non c’erano e anche per chi era contro…”
Arrigo Boldrini (medaglia d’oro per la Resistenza) 

Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia
commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo
Ernesto Che Guevara

"Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee,
o le sue idee non valgono nulla
o è lui che non vale nulla"
(Ezra Pound)

“I deboli non combattono,
quelli più forti lottano per un’ora,
quelli ancora più forti lottano per molti anni,
ma quelli fortissimi lottano per tutta la vita.
Costoro sono indispensabili”

B. Brecht



“Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato
quando l'ultimo albero sarà abbattuto
quando l'ultimo animale sarà ucciso
solo allora capirete che il denaro non si mangia."
Profezia Creek

Quando la metà del mondo guarda in tv

l´altra metà che muore di fame,
la civiltà è giunta alla fine.

James Wolfensohn
già presidente della Banca Mondiale
 


 Essere giovani vuol dire tenere aperto l’oblò della speranza,

anche quando ilmare è cattivo e il

cielo si è stancato di essere azzurro.

Bob Dylan



Se sei triste e vorresti morire, pensa a chi sa di morire e vorrebbe vivere.    
Jim Morrison

"La pena che i buoni devono scontare per l'indifferenza alla cosa pubblica

è quella di essere governati da uomini malvagi"

Socrate

 

È necessario cercare il giusto equilibrio tra
il rispetto della propria identità e il riconoscimento di quella altrui.
 
 Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla)

 

"Dio, tu che hai posto un limite all'intelligenza dell'uomo, perchè non hai posto un limite alche alla sua idiozia?"
 

(John Fitzgerald Kennedy)
 

 "L'utopia è come l'orizzonte. Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi. Cammino per dieci passi e l'orizzonte si sposta di dieci passi più in là. Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai. A cosa serve l'utopia? Serve proprio a questo: a camminare".

Eduardo Galeano

 

 

„Non possiamo più ignorare e sottrarci al dibattito politico, dimenticare l’urgenza di una

riappropriazione delle sfide democratiche, «facendo come se» l’impegno civile e

responsabile fosse una faccenda riservata agli eletti“

 

 "Non dimenticare che nei periodi più bui, un piccolo numero di donne, di uomini, di giovani e perfino di bambini sparsi sulla terra, sono stati capaci di cambiare il mondo”  Frére Roger Schutz

Se in tutta questa guerra disonesta dobbiamo perdere anche il gusto del bello, allora il barbaro ha già vinto   Trevanian - "Shibumi. Il ritorno delle gru. L'etica dell'assassino perfetto"

"Alla fine, proteggeremo solo ciò che amiamo, ameremo solo ciò che capiamo, e capiremo solo ciò che ci viene insegnato"    Baba Dioum, ambientalista senegalese

Può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla Martin Luter King

DIARI
2 marzo 2015
"E ora cambiamo tutto" De Luca lanciato alla corsa per Governatore della Campania
           

Primarie @pdcampania: vince De Luca con 52%

Ha preceduto Cozzolino (44%) e Di Lello (4%), 157mila al voto.

Boscotrecase:  Votanti 400

De Luca 300

Cozzolino 87

di Lello 12

…e ora #maipiùultimi   #cambiareora

DIARI
27 febbraio 2015
@hotelristoranti #rifiutizero @ZeroWasteCampan @zerowasteitaly a Sorrento domenica 1 marzo #Sostenibilita
           



permalink | inviato da FrancoM il 27/2/2015 alle 4:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
25 febbraio 2015
@zerowasteitaly a Caivano #terradeifuochi #RossanoErcolini #nonbruciamociilfuturo #rifiutizero

















Collegamento permanente dell'immagine integrata




permalink | inviato da FrancoM il 25/2/2015 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
25 febbraio 2015
Oltre l'emergenza ambientale: un VesuviAct per la sostenibilità
           

Dagli Stati generali dell’agricoltura nel Parco nazionale del Vesuvio un Manifesto per la sostenibilità e lo sviluppo

Legambiente: «Impegno per la legalità, la tutela ambientale e una Consulta tecnica per risolvere le criticità di un settore importante per economia e biodiversità» 

 

Bellissima mattinata di proposte e riflessioni quella degli Stati generali dell’agricoltura nel Parco nazionale del Vesuvio, organizzata da Legambiente col sostegno di Zero Waste Italy, Libera e Slow Food a Cercola (Na) e  che ha visto la presenza di tanti i produttori delle eccellenze agroalimentari del territorio vesuviano e del commissario del Parco nazionale del Vesuvio prof Leone. E’ stato proposto un Manifesto i cui punti principali sono «Un più frequente ascolto dei bisogni degli operatori agricoli, un impegno ad accogliere proposte per snellire la burocrazia, rilanciare comuni strategie di promozìone delle produzioni agroalimentari, rivitalizzare la rete delle alleanze per l’agricoltura di qualità, rimettere al centro dell’azione del parco la tutela della biodiversità e la difesa della legalità»

Pasquale Raia, responsabile aree protette di Legambiente Campania, spiega: «Abbiamo ribadito come il parco per il territorio vesuviano sia non solo una opportunità, ma è sostanzialmente l’unico strumento a disposizione degli agricoltori per valorizzare le loro produzioni, e per continuare l’azione di difesa del territorio dalle ecomafie, il monitoraggio dei siti delle ex discariche, la tutela della biodiversità e la promozione delle realtà locali. Ma tutto questo non basta più se, insieme alle buone volontà di tanti produttori di eccellenze vesuviane, l’ente parco non innesta un cambio di passo e diventi un interlocutore vero di chi nel parco vive e produce».

Gli Stati generali dell’agricoltura nel Parco nazionale del Vesuvio sono serviti ad avanzare proposte concrete, alcune delle quali già sperimentate in altre aree protette nazionali, come il recupero delle terre incolte per incrementare la superficie agricola utilizzata dalle singole aziende, proporre un marchio collettivo del parco che valorizzi i prodotti di qualità del Vesuvio, raggiungere l’obiettivo concreto di almeno il 20% di produzione biologica entro il territorio del parco, azioni concrete per frenare il consumo di suolo e tutelare la biodiversità, anche agroalimentare, dell’area protetta, proposte per meglio gestire le rigida’ burocratiche degli strumenti di pianificazione e gestione del parco che rischiano di bloccare il lavoro del mondo agricolo, promuovere l’approccio leader per valorizzare il settore agricolo anche per il Vesuvio, pur essendo questo un territorio non compreso in questa strategia, avanzare una proposta di valorizzazione territoriale in previsione di Expo 2015,

Antonio Nicoletti, responsabile nazionale aree protette di Legambiente, rilancia: “Prendiamo atto con soddisfazione  che gli agricoltori ed i produttori di qualità del Vesuvio credono nel Parco, e nonostante le quotidiane difficoltà dell’operare in un’area protetta, continuano a chiedere un patto ri-fondativo per il parco che coinvolga le associazioni della cittadinanza attiva e di Legambiente, Slow Food e Libera, e che metta al centro l’azione dello stesso Ente parco. Per questo abbiamo proposto un manifesto per l’agricoltura per il Parco nazionale del Vesuvio che metta al centro il valore della qualità, ma anche la quantità, delle produzioni vesuviane e di come promuoverle in ambito nazionale e internazionale e renderle visibili attraverso un marchio collettivo, e soprattutto insediando un Consulta tecnica del parco dedicata al settore agricolo” su cui ha dato piena adesione il Commissario del parco Ugo Leone.

Proposte vere che vanno oltre le criticità ambientali e lo stallo gestionale dello stesso e che rilancia l’idea di un vero e proprio #VesuviAct in previsione delle iniziative nazionali di governo sul GreenAct in cantiere e che veda le proposte che vengono dalle aree protette entrare a far parte dell’iniziativa governativa.

In questo allo studio la consulta tecnica che dovrà non solo redigere il manifesto per la promozione del Parco e delle sue attrattive ma dovrà farsi carico di applicare il disciplinare del marchio del Parco sanzionando ed espellendo dal novero, quelle aziende e quegli operatori commerciali che violano le regole e non rispettino i criteri ecologici e di tutela del territorio naturalistico.

Si cercherà a breve di redigere una serie di proposte operative per rilanciare il turismo, sostenere le imprese virtuose e spingere al controllo e alla tutela della risorsa ambientale promuovendo un confronto tra la Comunità e l’Ente Parco alla presenza del ministro dell’Ambiente e di quello dell’Agricoltura.

A vent’anni dalla nascita il Parco è malconcio ma in vita e solo l’amore per questo territorio di tutti i soggetti fruitori potrà rilanciarlo e farne davvero un esempio di salvaguardia della biodiversità e un volano di sviluppo sostenibile per l’intero territorio vesuviano.

 

bye

francom

DIARI
23 febbraio 2015
A Caserta a confrontarci con il M5S su Rifiuti Zero




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rifiuti zero m5s

permalink | inviato da FrancoM il 23/2/2015 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
20 febbraio 2015
Biodiversità e green economy per salvare il #ParcodelVesuvio
           













Collegamento permanente dell'immagine integrata






permalink | inviato da FrancoM il 20/2/2015 alle 21:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
20 febbraio 2015
Sopralluogo della Comm. Reg. Bonifiche alle discariche del Parco nazionale del Vesuvio
           

Comunicato stampa sopralluogo discariche del Parco nazionale del Vesuvio 20/02/2015

 

Presidente Amato:Abbiamo concordato con il Presidente della commissione bicamerale Ecomafie on. Alessandro Bratti l’invio di  una relazione da parte della Commissione che presiedo sulla disastrosa situazione ambientale in cui versa il territorio del Parco nazionale del Vesuvio e i rischi per la sua popolazione.

 

Oggi insieme alla Consigliera on. Anita Sala, Componente della Commissione che presiedo, ed ai rappresentanti di Legambiente e dei Comitati dell’area vesuviana e di Sindaci e Amministratori dei comuni di Torre del Greco, Somma Vesuviana e Trecase abbiamo effettuato sopralluoghi sulle ex discariche denominate:  Porcilaia ( Torre del Greco –Trecase ) e Fungaia ( Somma Vesuviana- Ottaviano ) .

Queste discariche furono attivate alla fine degli anni 80 per ricevere circa 300mila tonnellate di rifiuti solidi urbani.

Si stimano ad oggi una quantità non meno di 3 milioni di tonnellate di rifiuti solidi urbani, mai caratterizzati di cui parte speciali e pericolosi.

Questi siti sono abbandonati al proprio destino da anni  di sversamenti che si sono perpetrati giorno dopo giorno nella totale assenza di controlli.

Oggi è terminato un ulteriore  giro di sopralluoghi programmato dalla terza Commissione speciale bonifiche ed ecomafie  iniziato nel mese di novembre 2014 a  partire dalle ex discariche di area Pozzelle (ex cava sari) in località Terzigno, Amendola Formisano ad Ercolano. A cava Montone (Ercolano) sequestrata dalla Magistratura, sono state ritrovate e disotterrate decine di tonnellate di fusti con rifiuti pericolosi di probabile provenienza dal nord Italia con pezzi di lamiera riferibili ad un intero rimorchio, il sopralluogo è stato effettuato con l’autorizzazione della Magistratura e con il supporto dei  carabinieri del Noe .

Anche nel Parco nazionale del Vesuvio, come confermato dalle dichiarazioni dei pentiti, la camorra ha avuto un ruolo primario nella gestione del ciclo dei rifiuti “ legale” e per lo sversamento di rifiuti speciali pericolosi provenienti da fabbriche locali ma anche e soprattutto da industrie del nord.

Da questo quadro emerge che la problematica ambientale del Parco del Vesuvio è un tema che deve interessare in modo diretto il Governo Nazionale. Lo stanziamento dei 5,7 milioni di euro richiamato, tra l’altro non ancora disponile, risulta insufficiente, accertate le dimensioni del disastro ambientale vesuviano, ed è solo un palliativo, che non appare in grado di dare una soluzione definitiva agli enormi e complessi problemi che quel territorio e la sua popolazione vive da innumerevoli anni. Non è possibile consentire che queste risorse siano spese per altri inutili consulenze. E’ necessario che si stabiliscano priorità circa il controllo , le caratterizzazioni, la messa in sicurezza , il prelievo di cumuli di rifiuti speciali ( soprattutto amianto) sparsi per il territorio con relative bonifiche.

L’ARPAC dovrà svolgere un ruolo determinante.

Ci impegniamo ad istituire un tavolo operativo con i decisori regionali e con i Sindaci del Parco del Vesuvio e l’Ente Parco, in uno con la partecipazione di stakeholder territoriali, per definire una strategia comune di sollecito e di intervento strategico per reperire e destinare risorse per la immediata caratterizzazione e pronta messa in sicurezza del territorio del Parco sia per quanto riguarda le discariche e i terreni a rischio mappati, sia per tutte quelle innumerevoli aree di discariche di rifiuti urbani e pericolosi di cui comitati, associazioni e cittadini continuamente ci segnalano.

Il tutto a tutela del lavoro enorme di produttori e operatori dell’indotto agro economico che con grande difficoltà e con poco sostegno riescono a portare sulle tavole di tutto il mondo i prodotti del Vesuvio.

Per questo già abbiamo interessato i Ministeri dell’Ambiente e della Salute. Faremo pervenire gli atti acquisiti in tutte le audizioni e i sopralluoghi eseguiti alla Commissione bicamerale Ecomafie del Parlamento, nella persona del Presidente, on. Alessandro Bratti, già attenzionato sulla problematica e con la Commissione dallo stesso presieduta, concorderemo, un sopralluogo nel Parco Nazionale del Vesuvio per accertare responsabilità ed avviare in piena sintonia col Parlamento e col Governo nazionale una strategia di tutela dell’ambiente vesuviano e dei suoi cittadini.  

Riteniamo infine che l’area del Litorale vesuviano in cui insiste il Parco del Vesuvio si elevi a questione nazionale ritornando normativamente e nei fatti  ad essere riclassificata come Sito di interesse Nazionale (SIN).

 

                                                                                                                                        Antonio Amato

 

Il servizio RAI3 TG Regione:

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7dfea006-0e9e-4cef-9c46-43d214a147f2-tgr.html#p=0

 

 

DIARI
19 febbraio 2015
La Commissione Regionale bonifiche in ispezione alle discariche nel Parco nazionale del Vesuvio

           

                                                  Image result for regione campania

III Commissione Consiliare Speciale

per il controllo delle bonifiche ambientali e i siti di

 smaltimento rifiuti ed ecomafie, riutilizzo dei beni confiscati

                                                                      Il Presidente

 

 

 

Prot.n°       /IIIC.S.

 del      /02/2015                               Ai Componenti della  III Commissione Speciale 

                        

                                                      Sindaci Comune di

                                                                    Boscoreale dott. Giuseppe Balzano  

                                                               Boscotrecase dott.ssa Agnese Borrelli

                                                               Ercolano dott. Vincenzo Strazzullo

                                                               Massa di Somma dott. Antonio Zeno

                                                               Ottaviano dott. Luca Capasso

                                                               San Sebastiano dott. Giuseppe Capasso

                                                               Santa Anastasia dott. Raffaele Abete

                                                               Somma Vesuviana avv. Pasquale Piccolo

                                                               Terzigno f.f. dott. Stefano Pagano

                                                               Torre del Greco dott. Ciro Borriello

                                                               Trecase avv. Raffaele De Luca

                                                   Direttore  ARPAC dott. Pietro Vasaturo

                                             Presidente Parco del Vesuvio prof. Ugo Leone

                                           Direttore Parco del Vesuvio avv. Gennaro Esposito                                                                    

                                             Presidente Associazione Legambiente dott. Michele Buonomo

                                                    Referente ISDE regionale dott. Gaetano Rivezzi

                                               Comitati Cittadini del Parco

                                                    Collegamento Campano contro le camorre e per la legalità

                                                              Civico di Bonifica                                                    

                                                              Federconsumatori area vesuviana

                                                              La fenice Vulcanica Boscoreale

                                                              La Ginestra Terzigno

                                                              Legambiente Vesuvio Ottaviano

                                                              Let’s do it Vesuvio

                                                              Libera nncm “area Vesuviana”

                                                              Liberiamoci del male Ercolano

                                                              Mamme vulcaniche Boscoreale

                                                              Neastasis

                                                              Rete comitati Vesuviani

                                                              Salute Ambiente Vesuvio

                                                              Slow food Vesuvio

                                                              Social Street tumori Torre del Greco

                                                              Don Stefano Lanza

                                                 Don Tonino Palmese                                                                     

                                                                    Don Giorgio Pisano

                                                              Don Marco Ricci

                                                              Don Aniello Tortora

                                                          Pastorale Salvaguardia del Creato /Diocesi di NA e Nola

                                                                                           Sedi

 

Oggetto: Sopralluogo ambientale presso ex discarica Porcilaia (Trecase -Torre del Greco),

                Fungaia di monte Somma (Somma Vesuviana – Santa Anastasia).

 

 

 

  

Si comunica che venerdì 20 febbraio  2015 alle ore 10.00, la scrivente  Commissione ha fissato un Sopralluogo come in oggetto.

Attesa l’importanza della problematica appare opportuna la presenza delle SS.LL..       

   

           

 

L’appuntamento è fissato alle ore 9,45 presso l’uscita Torre Annunziata/SUD, rotonda cimitero Trecase,Via Cifarelli.

 

 

Alle ore 12,00 è previsto un incontro con la stampa nel Castello Mediceo di Ottaviano sede del Parco del Vesuvio.

 

Napoli,   febbraio 2015 

                                                                                                    Il Presidente

                                                                                               f.to Antonio Amato




permalink | inviato da FrancoM il 19/2/2015 alle 16:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
DIARI
16 febbraio 2015
In merito ai dati sulla salute della popolazione dell'AslNa3sud
           

Pubblicato il Rapporto AIRTUM sull’incidenza dei tumori dei bambini e degli adolescenti:

 

http://www.registri-tumori.it/cms/it/Rapp2012

 

 

Pubblicata l’ Analisi della patologia oncologica nei bambini e negli adolescenti in Regione Campania a firma del dr. Fusco  direttore Reg Tumori ASLNa3sud:

 

http://www.registrotumorinapoli3sud.it/sites/default/files/Infantili2015/Tumori%20infantili_Campania.pdf

 

 

Pubblicata l’Incidenza principali Tumori Infantili RegistroTumori ASL Napoli 3 sud Periodo 1996/2010 - Area di riferimento 35 Comuni ex ASL Napoli 4

 

 

http://www.registrotumorinapoli3sud.it/sites/default/files/Infantili2015/tabella%20tumori%20infantili.pdf

 

Il Registro Tumori della ASL Napoli 3 sud attualmente ha prodotto uno studio di epidemiologia ambientale per microaree geografiche ed i primi risultati sono attesi entro il primo semestre del 2015 ( per la prima volta viene applicata la geolocalizzazione censuaria di alcuni distretti come Acerra attualmente ricadenti nel Reg tumori AslNa3sud).

 

Un fatto di notevole rilievo, che potrà certamente contribuire in modo determinante allo sviluppo dell’epidemiologia oncologica infantile in Regione Campania, è costituito dall’avvio del Registro dei Tumori Infantili Regionale, allocato presso l’AORN Santobono-Pausilipon, che già dall’inizio del mese di febbraio 2015 ha avviato la fase di registrazione dei casi di incidenza relativi all’intera Regione Campania per il periodo 2008/2012.

 

Per parte nostra intanto stiamo elaborando i dati dello screening del Cervico carcinoma (Thin prep/Hpv test) che l’Asl ha messo a regime e di cui come, coordinatore di branca ginecologo, mi occupo su base dell’intero territorio di competenza.

Dovremmo a breve essere in grado di rilevare i 4 anni di progetto regionale sulla popolazione femminile bersaglio (arruolamento) dei comuni dell’ASL e l’incidenza dei pap test anomali o francamente patologici.

Con particolare riguardo ai dati certificati dei comuni rientranti nel protocollo #terradeifuochi su cui insiste parte dell’ASLNa3sud.

 

Su tutto ciò credo che sia utile e proficuo, una volta per tutte, attuare un confronto in sede scientifica e senza pregiudizi per dare valutazioni appropriate, tra soggetti istituzionale e Associazioni scientifiche riconosciute.

Si sta ipotizzando una conferenza di consensus sotto l’egida dell’ISS con la supervisione del massimo organo di controllo internazionale OMS Bureau régional de l’OMS pour l’Europe e  WHO European Centre for Environment and Health (Environmental health risk assessment and management).

Abbiamo attivato richiesta per la presenza del Commissario EU all’Ambiente.

Noi ci proviamo.

DIARI
16 febbraio 2015
Ad un anno dalla L.6/14 #terradeifuochi
           

Comunicato stampa

“ ad un anno dalla L. 6/14 #terradeifuochi”

 

“ I risultati delle indagini dirette sui terreni di 51 siti definiti "prioritari e maggiormente a rischio" in 7 Comuni non sono ancora stati resi noti, anche se i lavori sul campo sono stati conclusi e la pubblicazione dei risultati doveva essere fatta entro il 9 giugno 2014. In questi 57 Comuni ci sono ancora 1.335 siti potenzialmente inquinati su cui non sono state fatte ancora analisi dirette” aveva tuonato Stefano Ciafani vice Presidente di Legambiente onlus al Convegno su “"Terra dei Fuochi: a che punto siamo" a Caserta presentando l’articolato dossier messo in campo dai volontari dell’Associazione e reso pubblico. http://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/dossier_di_legambiete_terra_dei_fuochi_a_che_punto_siamo_10_febbraio_2015.pdf

A seguito di questa denuncia in due giorni è stato pubblicato il decreto interministeriale che fa divieto di coltivazione su 15 ettari di campi tra le province di Napoli e Caserta censite come aree ad alto rischio in base alla classificazione 1-5.

Un primo piccolo passo a dimostrazione che bisogna insistere nell’incalzare le strutture responsabili dei campionamenti a proseguire senza soluzione di continuità il lavoro necessario a caratterizzare siti sospetti e ad eliminarli, qualora positivi, dal novero dei terreni idonei a coltivazioni, senza guardare in faccia a nessuno.

Dal 2% del territorio campano inquinato e sbandierato arriveremo presto al 12% definito su cui insiste il 25% di antropizzazione (1,5 mil. ab.) e caratterizzato tra Sin/Sir, discariche ufficiali ed abusive, aree vaste, lotti in corso di esame, particelle censite dagli atti delle Procure per proseguire là dove è possibile ipotizzare ulteriori attacchi al territorio sospettando tombamenti abusivi di rifiuti pericolosi e non.

Definire cosa è contaminato e cosa non lo è, è l’unico strumento certo di salvaguardia e tutela di chi opera e produce nel rispetto delle norme e a tutela dei consumatori.

E poi le indagini sanitarie a cui si sta lavorando per rendere  omogeneo su tutto il territorio campano un’azione di prevenzione secondaria per biomonitorare tutto quanto esula dai normali screening di prevenzione che, certamente, vanno potenziati e incrementati là dove sono state evidenziate adesioni non in linea col PSN.

I soldi per questo ci sono e vanno impegnati per utili fini a vantaggio di tutta la popolazione e non per inutili indagini, progetti e consulenze per i soliti noti.

Un percorso lungo, a steep, ma che deve essere monitorato di continuo e non lasciato alla mercè di pochi decisori.

Importante in tal senso la volontà espressa dal Presidente della Commissione Ambiente della Camera on.Realacci che ha deciso di iniziare una verifica col contributo degli stakeholder territoriali, delle criticità evidenziate dal dossier e di quanto denunciato dalle associazioni del territorio sulla realizzazione, ad un anno, di quanto previsto dalla L.6/14 e non ancora messo in essere dagli Enti richiamati: Ministeri, Regione e Prefetture.

Facciamo, nostro in tal senso, l’invito del Presidente Buonomo che sulla Campania inquinata serve un'azione rivoluzionaria che restituisca chiarezza e trasparenza sullo stato di contaminazione di questo territorio, dei suoli e delle falde, che predisponga le adeguate misure di messa in sicurezza ed eventuale bonifica e di contrasto alle illegalità in un quadro di trasparenza informativa necessaria alla partecipazione alle decisioni da parte di una cittadinanza sempre più consapevole e protagonista.

Invitiamo la Magistratura ad un’azione sempre più serrata e asfissiante nel contrastare lo scempio ambientale che vive gran parte del territorio campano unendoci alla sollecitazione al Parlamento per approvare da subito la Legge Realacci-Micillo-Pellegrino sui Reati Ambientali (S.1345 Delitti contro l’Ambiente)in queste ore all’esame dell’Aula del Senato che prevede l’introduzione di quattro nuovi delitti ambientali nel Codice penale, tra cui quello di inquinamento e di disastro ambientale e aderendo, con tutta la mobilitazione possibile, alla campagna End Ecocide a sostegno di una direttiva per l'introduzione del delitto di Ecocidio in Europa www.endecocide.eu.

Non si molla.

 

Franco Matrone

Rete dei Comitati vesuviani/ZeroWaste-RifiutiZero Italy


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. #terradeifuochi L.6/14

permalink | inviato da FrancoM il 16/2/2015 alle 1:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 892134 volte