Blog: http://vesuvionline.ilcannocchiale.it

Cronaca vera...

L’Italia è sull’orlo del baratro. Il debito pubblico è fuori controllo, gli investitori scommettono sul fallimento dell’italia e non comprano più i nostri titoli di Stato: il tasso d’interesse cresce, e se cresce ancora sarà per noi insostenibile. Tra un mese non saremo più in grado di pagare gli stipendi dei dipendenti pubblici. E’ necessario intervenire pesantemente sulle pensioni. Va ripristinata la tassazione sugli immobili. Serve austerità.

L’austerità ha fallito. L’austerità è un errore, i suoi sostenitori hanno sbagliato i calcoli. In tempi di crisi lo Stato è l’unico investitore possibile: deve spendere di più, non di meno.

La politica non potrà essere più la stessa, dopo il Governo Monti.

Fallimento dei tecnici, ritorna la politica.

Berlusconi è finito.

No, Monti è finito.

Lo spread non conta niente, lo spread è un’invenzione, fino a ieri non ne avevamo mai sentito parlare.

Se lo spread torna a superare quota 300 la crisi sarà gravissima.

Stiamo andando bene, ancora un piccolo sforzo e in autunno saremo nella terra promessa.

In autunno l’Italia avrà finito i soldi, ci saranno disordini.

Non c’è assolutamente la copertura per cancellare l’Imu.

L’Imu è stata cancellata, è un grande risultato.

Nel 2014 l’Imu sarà sostituita da una service tax.

Per coprire la cancellazione dell’Imu inevitabile aumentare l’Iva.

Inaccettabile aumentare l’Iva.

Serve un Governo per gestire l’emergenza sociale e cambiare la legge elettorale.

Serve un percorso di 18 mesi per avviare le riforme istituzionali, poi si cambierà la legge elettorale.

La legge elettorale va cambiata subito, in autunno.

Il Governo delle larghe intese è a rischio.

Il Governo delle larghe intese non ha più scadenza.

Non ci sono alternative.

Il premier al lavoro su una maggioranza alternativa.

E’ ormai sicuro che la Cassazione rimanderà la decisione sulla condanna a Berlusconi.

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a Berlusconi.

La Giunta al Senato non potrà far altro che decidere per l’incandidabilità e la decadenza di Berlusconi.

E’ ormai certo che la Giunta al Senato non potrà far altro che accogliere la richiesta di Berlusconi di ricorrere alla Consulta e prendere tempo.

dal blog Popolino

Pubblicato il 2/9/2013 alle 13.45 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web