Blog: http://vesuvionline.ilcannocchiale.it

La risposta decisa di Zero Waste/Rifiuti Zero Italy al rewamping dell'inceneritore di Colleferro

NO AL REVAMPING DELL'INCENERITORE DI COLLEFERRO, SI' A RIFIUTI ZERO PER ROMA.

Il tempo dei "giochetti" sulla gestione dei materiali di scarto a Roma è scaduto.
A maggior ragione dopo gli impegni sottoscritti con Zero Waste Italy in materia, tra l'altro, di "Exit Strategy" dall'incenerimento con l'assessora Montanari. Come si fa a coniugare una exit strategy con la quintuplicazione dell'inceneritore di Colleferro? Ciò significherebbe "impiccare" Roma per oltre 10 anni al carro dell'incenerimento.
Sta ora alla Sindaca Virginia Raggi scegliere se portare avanti il
progetto di una Task Force internazionale Zero Waste concordato con Zero Waste Italy e preparato da Paul Connett, che si impegni a portare a fondo la "sfida dei rifiuti zero", oppure "omologarsi" al sistema di gestione integrata dei rifiuti e cioè alla centralità degli inceneritori. Intanto Zero Waste Italy, Zero Waste Europe e Rifiuti Zero Roma confermano un secco NO al potenziamento dell'inceneritore di Colleferro e garantiscono a Comitati ed Associazioni pieno appoggio.
Questa vicenda conferma anche la piena giustificazione
dell'atteggiamento di estrema prudenza assunto da Zero Waste Italy nei confronti dei contenuti di una Delibera Rifiuti Zero approvata al tempo della Giunta Marino, lacunosa, tra l'altro, per la mancanza di un calendario di impegni precisi relativi all'uscita dall'incenerimento.
Zero Waste è un impegno serio basato sulla passione civica, sul coinvolgimento dei cittadini ma anche sulla CREDIBILITA'. Ovviamente, a partire da questi punti imprescindibili, rimaniamo disponibili a mantenere un serrato confronto con l'amministrazione capitolina.

Per Zero Waste Italy, Rossano Ercolini

Pubblicato il 26/6/2017 alle 15.36 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web